Nido d’infanzia “Piccolo Giglio”

Il nido d’infanzia “Il Piccolo Giglio” accoglie bambini tra i 12 e i 36 mesi di età.
La struttura è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle 16.30, con possibilità di prolungamento dell’orario fino alle 17.30.

L’equipe è costituita da figure professionali impegnate nello svolgimento di un compito, con ruoli e competenze differenti, ma complementari, che interagiscono in funzione di un obiettivo in atteggiamento di ascolto dell’altro individuando strategia adeguate a rendere attiva la comunicazione. Le educatrici instaurano un rapporto significativo e individualizzato con i bambini del gruppo affidato, offrono loro occasioni di crescita in un clima di sicurezza affettiva, organizzano e mediano le relazioni di gruppo, si dimostrano sensibile e attente ad accogliere i bisogni creando un ambiente fisico e relazionale stimolante, e attivando l’indispensabile rapporto con le famiglie.

Progetto Educativo

Il nido accoglie 24 bambini in un’unica sezione, divisi poi in piccoli gruppi durante le proposte di esperienza in modo da garantire la cura e il supporto necessario da parte delle educatrici.

Il nido è per i bambini un luogo di gioco e di esperienze “su misura” che possono aiutarli a crescere. Ogni sezione è organizzata in angoli e spazi adeguati alle richieste ed ai bisogni dei bambini stessi: angolo morbido, angolo del gioco simbolico, angolo dei travestimenti, angolo delle costruzioni, angolo degli animali.

Sono a disposizione dei bambini materiali naturali, vassoi montessoriani e gioco euristico in modo da rendere l’ambiente stimolante e aiutare il bambino stesso ad organizzare le sue esperienze in un percorso di crescita e di autonomia.

Le esperienze che i bambini vivono al nido sono rivolte a sviluppare abilità evolutive fondamentali, quali:

  • sviluppo del linguaggio
  • sviluppo fisico e motorio
  • espressione creativa e simbolica
  • ragionamento e sperimentazione

 

La giornata educativa viene progettata in maniera da alternare consapevolmente le situazioni di routine con quelle ludiche in modo che ciascun bambino, nel corso della settimana, possa fare le esperienze ludico-apprenditive previste.

Particolare attenzione è riservata ai progetti di continuità Nido-Infanzia, in una prospettiva pedagogica 0-6 anni, fondati sui principi della valorizzazione del gioco, della libera esplorazione del bambino come protagonista attivo del suo percorso conoscitivo e della gradualità di inserimento nei diversi ambienti di riferimento del bambino.

L’apprendimento della lingua Inglese

L’apprendimento delle lingue straniere promosso in tenera età è più spontaneo e avviene con una maggiore velocità. In continuità con la scuola dell’infanzia bilingue, i bambini del nido fanno esperienze della lingua inglese con un’insegnate madrelingua inglese.

Attraverso la dimensione ludica è possibile fare in modo che i bambini familiarizzino con suoni e possibilità linguistiche diverse rispetto alla lingua madre.

L’inglese viene presentato attraverso:

  • situazioni di interazioni
  • canzoni in lingua inglese
  • scatole narranti in lingua inglese
  • yoga con i bambini in lingua inglese

 

Attraverso lo yoga in inglese i bambini iniziano ad imparare che il nostro corpo può assumere molte forme diverse nello spazio, iniziamo anche ad associare i nomi alle parti del nostro corpo. L’utilizzo della musica e delle canzoni rende lo yoga un’esperienza divertente per i nostri bambini.

Ambientamento

Il Nido d’infanzia come primo momento di socializzazione per il bambino, al di fuori della famiglia, è un’occasione di scambio e confronto sia per il bambino che per i genitori stessi. Sicuramente l’ingresso in un ambiente ricco di nuovi stimoli e regole può essere un’avventura affascinante, ma è anche un momento di distacco dalla famiglia con la quale il bambino ha fin ora vissuto.

Per sostenere questo passaggio, naturalmente accompagnato da ansie e incertezze, l’educatrice di riferimento svolge un colloqui pre-ambientamento con i genitori poi accoglie, riconosce, apprezza ed incoraggia il bambino in questo percorso, sostenendolo affettivamente e aiutandolo gradualmente ad estendere la sua rete di relazioni.

La stabilità dell’educatore permette la creazione di un rapporto di fiducia, di comunicazione e di scambio con i genitori, nella condivisione e cura dello stesso bambino. Nella figura di riferimento il genitore può trovare un punto di appoggio, qualcuno a cui affidare i propri timori, una figura stabile con cui dialogare, interagire e comunicare durante tutto il periodo di permanenza al nido.

Durante il periodo dell’ambientamento è richiesta in modo particolare la presenza dei genitori all’interno del nido, per favorire un distacco graduale del bambino e per instaurare un rapporto di conoscenza, che nel tempo si trasformi in fiducia, sia verso le educatrici che verso l’ambiente nido.
La gradualità caratterizza il processo di ambientamento del bambino. In un primo tempo, il bambino, accompagnato dal genitore partecipa per alcune ore all’attività, poi successivamente frequenterà per un tempo sempre più lungo e diminuirà gradualmente la presenza del genitore fino a non trattenersi più.

Le Attività 

  • Gioco simbolico
  • Gioco euristico
  • Psicomotricità
  • Laboratori espressivi
  • Lettura e animazione di fiabe e favole
  • Gioco all’aperto
  • Esperienze musicali
  • Drammatizzazione
  • Scoperta dei suoni e dei colori
  • Scoperta dei 5 sensi
  • Travasi con i materiali naturali
  • Continuità con la Scuola dell’Infanzia

7.30-9.30 ACCOGLIENZA

Al bambino offriamo la nostra disponibilità per affrontare insieme questo ingresso, i piccoli a volte richiedono il conforto fisico, altri desiderano unirsi ai bambini che già stanno giocando. Col gioco libero, in questo primo momento, il bambino socializza con i suoi amici prima di iniziare la sua giornata.

9.30-10.30 COLAZIONE

I bambini vengono invitati al tavolo dalle educatrici, che apparecchiano e predispongono il tavolo con la colazione del mattino.
Cura e igiene personale prima della proposta di esperienza del giorno.

10.30-11.30 ESPERIENZA DEL GIORNO

I bambini sono coinvolti in esperienze che riguardano:

    • la psicomotricità
    • esperienze musicali
    • travasi con materiali naturali
    • l’espressione grafico-pittorica e manipolativa
    • ascolto di letture
    • attività all’aperto
    • Cura e igiene personale prima del pranzo

 

11.30-12.30 PRANZO

Ogni educatrice accompagna il proprio gruppo a tavolo e tutti insieme a piccoli gruppi pranzano.
Cura e igiene personale prima della nanna.

13.00-15.30 NANNA

13.30 PRIMA USCITA

15.30-16.00 SECONDA USCITA, CURA E IGIENE PERSONALE

16.00 – 16.30-17.30 RICONGIUNGIMENTO

I bambini si ricongiungono ai genitori dopo una giornata di esperienze al nido.

Il Nostro Staff

Cellai IlariaCoordinatrice

Petracchi DonatellaEducatrice

Zenoni SaraEducatrice

Ghignone SilviaEducatrice

Strampelli SabrinaOperatrice

Contattaci per avere maggiori informazioni